Ciemmona Interplanetaria 2019 – No Borders

ciemmona2.jpg

Il quarto corpo celeste (di questo sistema).

La Critical Mass Interplanetaria (detta Ciemmona) è l’appuntamento ciclistico che si tiene tutti gli anni, dal 2004, nelle città e sulle strade italiane. Tre giorni festosi in giro con la bicicletta. Tre appuntamenti e una massa critica di ciclisti provenienti da tutta Italia ed Europa che si incontrano per pedalare, costruire biciclette, produrre momenti di ciclistica socialità, riappropriarsi degli spazi cittadini.
Per dettagli: https://ciemmona.noblogs.org/

La Ciemmona quest’anno è tornata a Roma ed è sempre più no borders e interplanetaria.
Tra i suoi principi costitutivi c’è, come sempre, quello della libertà per ogniunU di viverla secondo i propri valori, purché in un ottica di condivisione, antifascista, antirazzista e antisessista. Nella sua sedicesima edizione la Ciemmona sarà anche vocazionalmente antispecista perché la fine dei confini, dei muri e delle recinzioni dovrà esserlo per tutto il vivente senziente, di questo e di altri pianeti. Oppure non sarà affatto.

abd

Abduction da parte di un disco volante

Molti “anti” che spalancano su un pluricosmo di gioiose alleanze e d’eso-inclusioni.
La muscolopropulsione di questo ritorno sta nell’urgenza e nell’impegno espressi dalle ciclofficine popolari, dagli spazi autogestiti, dalle singolarità, per cui la bicicletta, la condivisione, l’autogestione, la festa, rappresentano alternative, mondi possibili, rispetto agli spazi cittadini tenuti sotto scacco dalle automobili, dagli idrocarburi e dal pizzardone astratto: celle di contenzione, anelli di quella catena di recinzioni che il 31 maggio e l’1 e il 2 giugno la massa critica ha dimostrato di poter festosamente spezzare.

dischi

La fabbrica dei dischi volanti

No borders è il racconto che la Ciemmona ha l’urgenza di narrare come storia umana di dolorose migrazioni e di odiosi approdi negati. Ma è anche la storia della forza centrifuga espressa dalle forme del design ostile, pensato per renderci tutti indesiderati e alieni (animali inclusi) nelle città. Ancora, è la storia dell’ostilità verso le occupazioni abitative e verso quegli spazi sociali che, in varie forme, sono stati negli anni restituiti alla città e a chi la abita.
No borders vuole essere quindi la storia di alieni che si riappropriano della forza espressa dalla propria alterità.
Siamo tutti alieni e nessuno lo è più dagli altri!

La Ciemmona Interplanetaria 2019 è tornata a Roma grazie al lavoro congiunto delle Ciclofficine Popolari di Roma e degli spazi Autogestiti e Occupati che hanno partecipato come: Forte Prenestino, Acrobax e Officine Zero.

da ufo